• Home
  • Archivio
  • Workshop Internazionale sull’Anticipazione e primo incontro esperti italiani di Futures Studies

Workshop Internazionale sull’Anticipazione e primo incontro esperti italiani di Futures Studies

Dal 6 all’8 aprile 2017 si è tenuto a Trento il Workshop internazionale “Anticipation, Agency and Complexity”, organizzato dalla cattedra UNESCO di Sistemi anticipanti in collaborazione con WAAS-World Academy of Art and Science e WUC World University Consortium. Tra la cinquantina di partecipanti comparivano diverse personalità di spicco del mondo accademico, aziendale ed istituzionale, tra i quali Elizabet Paunovic (Ufficio regionale per l’Europa di OMS, Organizzazione mondiale per la sanità), Riel Miller (UNESCO, foresight), Donato Kiniger-Passigli (Organizzazione internazionale del lavoro, ILO) ed Emil Constantinescu (presidente della Romania dal 1996 al 2000). Ad accomunarli l’interesse verso gli studi di futuro (Futures Studies) e la previsione sociale (Social Foresight), due rami relativamente recenti delle scienze sociali che toccano temi di estrema priorità e rilevanza, come sicurezza ambientale, inclusione sociale, educazione, salute e invecchiamento.

La previsione sociale mira attraverso l’analisi di continuità e cambiamenti a identificare le priorità sociali dei prossimi decenni, fornendo utili elementi per prendere decisioni strategiche oggi, a fronte di un mondo che appare sempre più complesso e incerto. Come sottolineato da Garry Jacobs, direttore della World Academy of Art & Science, il futuro costituisce una forza in grado di coinvolgerci e attrarci verso determinate direzioni, liberandoci allo stesso tempo dal determinismo che si radica nel passato.

«Il tema del futuro – osserva Roberto Poli, titolare della cattedra UNESCO – sta diventando comune in tutti i discorsi scientifici e politici come nei dibattiti sull’attualità di problemi come crisi economica, sicurezza alimentare e cambiamento climatico. Le comunità confidano sempre meno nelle prospettive tradizionali di gestire i problemi perché si rendono conto che queste ci aiuteranno sempre meno nell’affrontare le sfide emergenti. L’impiego dell’anticipazione sta diventando dunque un riferimento sempre più necessario per la vita delle aziende, delle istituzioni, delle comunità e anche delle singole persone. La ricerca scientifica però non è al passo con la domanda della società».

Il workshop ha inoltre fornito il contesto ideale per creare il primo meeting informale di “futuristi” italiani, dove soggetti diversi provenienti dai settori più disparati hanno avuto occasione di presentare la loro attività e contribuire alla strutturazione di una rete nazionale di professionisti e studiosi italiani di futuro.

La previsione sociale e gli studi di futuro trovano un riferimento importante in Italia all’Università di Trento, dove è stata istituita la Cattedra UNESCO sui Sistemi anticipanti ed è attivo un gruppo di ricerca con una serie di iniziative tra le quali si annoverano il master universitario di secondo livello in Previsione sociale (unico nel suo genere in Italia) e la start-up -skopìa, società multiservizi for-profit che fornisce consulenze di intelligence strategica e analisi dei cambiamenti, dei rischi e delle opportunità, nonché servizi di accompagnamento per lo sviluppo di competenze basate sulla prospettiva dell’anticipazione.

Tags: anticipazione, complessità, anticipation, Roberto Poli , Università di Trento, Riel Miller, Garry Jacobs, futurologi italiani, Roberto Paura, Millennium Project

Contatti

Salita dei Molini, 2 - 38123 Villazzano di Trento (TN) Italy

+39 0461 283703

+39 0461 283703

info@skopia.it

dal Lunedì al Venerdì: 10.00 - 18.00

-skopìa in breve

-skopìa è una società multiservizi for-profit che fornisce consulenze di intelligence strategica e analisi dei cambiamenti, dei rischi e delle opportunità, nonché servizi di accompagnamento per lo sviluppo di competenze basate sulla prospettiva dell’anticipazione.